venerdì 21 novembre 2008

Torta della nonna con salsa all'arancia


Eccola qui una della torte più buone che abbia mai assaggiato... un dolce dal gusto estremamente semplice e delicato, preparata con ingredienti freschi e genuini che la rendono un capolavoro di bontà, unico!
Il segreto per preparare una buona torta della nonna consiste nel realizzare una pasta frolla morbida, ma non troppo friabile e un'ottima crema pasticcera fatta con latte di alta qualità e uova freschissime!
Non avrebbe bisogno di alcun tipo di accompagnamento, perché è perfetta da sola... anche se questa volta ho scelto di servirla con una salsa all'arancia...
Tutto è nato da delle bellissime arance non trattate che ho in casa. Ho usato la loro buccia per aromatizzare la crema e la pasta frolla... poi ho ricordato che nella mia dispensa da tempo giaceva un vasetto di buonissima confettura d'arance della Sicilia in attesa di farcire una fantomatica crostata... invece ho finalmente scelto di usarla per preparare questa salsa...
L'abbinamento ci è piaciuto così tanto che ora sto qui a raccontarvelo...

Ingredienti:

pasta frolla aromatizzata con la buccia grattugiata di un'arancia non trattata
50 g di pinoli
per la crema pasticcera:
4 rossi
2 tazze di latte
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina
la buccia di un'arancia non trattata
per la salsa di arancia:
100 g marmellata di arance amare
1 cucchiaio di liquore all'arancia q.b.(sostituibile con succo di arance spremute)


Procedimento:

Preparare la crema: scaldare il latte profumandolo con la buccia dell'arancia.
Nel frattempo montare da parte i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso a cui va aggiunta lentamente la farina setacciata.
Versare nella spuma ottenuta il latte caldo e continuando a mescolare portare di nuovo sul fuoco per addensare la crema.Sarà pronta quando si staccherà dalle pareti.
Versare la crema in una ciotola e coprire la superficie con qualche fiocchetto di burro per evitare che si formi la pellicola.
Togliere la buccia dell'arancia e incorporare metà dei pinoli alla crema.


la salsa: sciogliete in un pentolino, su fuoco moderato, la marmellata di arance con il liquore, mescolando di continuo.

Dividere la pasta frolla in due panetti disuguali e stenderla in due dischi.
Con il disco più largo foderare uno stampo (infarinato e imburrato) e bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta; versare uniformemente la crema e coprire con il disco di pasta rimasto, sigillando bene i bordi con le dita in modo che il ripieno non fuoriesca.
Cospargere la superficie della torta con i restanti pinoli e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40- 45 '.
Sfornare, lasciare intiepidire e sformare con cura il dolce sul piatto da portata.
Spolverizzare a piacere con zucchero a velo.

Servire la torta accompagnata con la salsa di arancia. Io ho guarnito con delle fettine di arancia caramellate.(qui il procedimento)

36 commenti:

  1. Che buona... hai ragione, la torta della nonna e' gia' completa di suo, questa tua salsina e' pero' un eccellente extra!

    RispondiElimina
  2. Ciao Laura, e' da un po' che non passo, ma ho avuto problemi con il pc, tant'e' che ho dovuto cambiarlo.
    Questa torta e' assolutamente meravigliosa, mi fa venir voglia di prenderne una fetta. Chissa' che buona deve essere con la salsa all'arancia!
    Sei davvero molto, molto brava!
    Complimenti.
    Buon week end, bacioni :-)

    RispondiElimina
  3. Questa è una delle torte che mangerei all'infinito.
    ciao.

    RispondiElimina
  4. E' un capolavoro. Una torta che fa bene all'umore
    Un bacio e buon fine settimana
    Fra

    RispondiElimina
  5. buonaaaa!!! la fa benissimo mia sorella Obi, pensa che io invece non l'ho mai fatta! ed è buonissima anche la variante del "nonno" con la crema al cioccolato!

    RispondiElimina
  6. Buona la torta della nonnnaaaaaaaaa!!!
    Ma cosa succederà dal primo dicembre??????? Curiosa curiosaaaaaaa!!!! ^_^

    RispondiElimina
  7. Bella davvero molto bella... e non sembra troppo difficile, grazie!

    RispondiElimina
  8. Ciao ragazze! grazie a tutte!
    Come ho detto anch'io adoro questa torta, è una delle poche che non mi stanco mai di mangiare! ho provato anche la versione al cioccolato, molto golosa...ma preferisco la classica!

    @susina: è una piccola sorpresa... speriamo gradita...

    @marilena:ciao! bentornata! spero che ora con il pc nuovo non avrai più problemi!

    Buon WE! baci!

    RispondiElimina
  9. la torta della nonna è una di quelle ricette che non vedo l'ora di provare!!! bella l'idea di abbinarci la salsa all'arancia

    RispondiElimina
  10. mmm che bontà...mannaggia ai quei 1000 km che ci dividono, se no io ti portavo la farina di miglio giusto per l'ora di merenda!;)

    RispondiElimina
  11. la torta della nonna la dice tutta di quantè buona con tutti i ricordi legati a sè!

    RispondiElimina
  12. Buonissima la torta (anche se la faccio aperta), ma la salsina, credo, sia un ciliegina sulla ... torta!!

    RispondiElimina
  13. La torta della nonna è una delle preferite in casa; con la salsa all'arancia dev'essere irresistibile!!!
    Un bacione buon w.e.

    RispondiElimina
  14. La torta della nonna è la torta della nonna, un classico, ma la salsa all'arancia deve essere una cosa paradisiaca... Ottima idea, Laura! Ti mando un bacio.

    RispondiElimina
  15. Intendevo dire che la torta della nonna è già di per sè una cosa buona e giusta, e con la salsa diventa paradisiaca...

    RispondiElimina
  16. in effetti sembra veramente squisita!!! con l acrema pasticcera e la salsa di arance...buonissima!!
    bacioni

    RispondiElimina
  17. Splendida la torta ed ancor di più la salsa all'arancia..........
    un abbinamento davvero perfetto!
    bacioni e buon week

    RispondiElimina
  18. Buona.. bellissimo accoppiamento.. volevo dirti che se passi da me ho un piccolo regalo di natale per te..

    Un bacione a presto

    RispondiElimina
  19. Chissà che profumino nella tua cucina dopo aver tolto dal forno questa torta.

    Io l'ho sempre presa in pasticceria e qualche volta era un po' asciutta.

    Penso che una salsa come questa sia ottima per dare quel tocco personalizzato ad una torta già perfetta, ma potrebbe aiutare una cuoca principiante come me a rendere decente la solita torta allo yogurth ( l'unica che so fare!!!).

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. cara Laura è una torta buonissima poi con la salsa all'arancia diventa speciale..buona domenica Tittina

    RispondiElimina
  22. Davvero genuina e buona!!!!!
    Smuuuuuuuuuackkkk

    RispondiElimina
  23. Meravigliosa nella sua semplicità! La foto le rende pienamente giustizia e..bellissima tovaglia! Elga

    RispondiElimina
  24. Complimenti, è davvero bellissima anche la tua versione! La prossima volta magari la provo e la accompagnerò anch'io con questa deliziosa salsa all'arancia...
    Un bacio grande cara e buon lunedì!

    RispondiElimina
  25. TUTTO QUELLO CHE LA NONNA FA E SEMPRE FATTO CON L AMORE E CON IL CUORE LA NONNA CHE BELLO DI AVERLA SEMPRE ACCANTO GRAND MERE SES FAIRE DU BON CAFFE CIAO COLUCCIO

    RispondiElimina
  26. E la ventottesima essenza è un premio. Dai passa nella mia cucina a ritirarlo!

    :-)

    A.

    RispondiElimina
  27. ahi ahi ahi, tra te e camomilla volete proprio farmi del male! mi sono svegliata con la voglia di torta della nonna (e non sono incinta!!)
    Davvero interessante l'accostamento con la salsa all'arancia, giusto per cambiare un po'! :-)
    un abbraccione e buonissima giornata!

    RispondiElimina
  28. Bellisima, un vero spledore di torta ciao

    RispondiElimina
  29. Ottima questa torta!!! La salsa all'arancia da provare assolutamente!!!!!
    Un abbraccioooooo

    RispondiElimina
  30. ma è strepitosaaaaaaaaaaaaa.

    per quanto riguarda la qualità degli ingredienti hai senza dubbio ragione, solo greschi, solo genuini e di sicura provenienza.

    RispondiElimina
  31. Se passi da me c'è un regalino per te!!!!!! ;-D Baci

    RispondiElimina
  32. meravigliosa! mi ci tufferei dentro

    RispondiElimina

Scrivete tutto quello che il palato vi suggerisce...