martedì 17 marzo 2009

Krapfen (o bomboloni) al forno



Continua la mia love story con i lievitati... presto (speriamo!) consoliderò il nostro legame con la pasta madre!
Nel frattempo ho sperimentato la ricetta dei krapfen al forno, alla quale mi sono approcciata con non poca diffidenza. Adoro i bomboloni e li ho sempre mangiati- in quelle rare occasioni- fritti, ma non avrei mai pensato che cotti al forno sarebbero stati ancora più buoni! Soffici soffici, delicati e non perdono di fragranza il giorno dopo.
Non sperate: non è una ricetta light, ma almeno non sono fritti!

Il krapfen è un dolce di origine austriaca-bavarese, mentre in Germania del nord sono conosciuti con il nome berliner.
Per noi invece si chiamano bomboloni e sono così buoni e mitici che la Nannini ha anche dedicato loro una canzone (se ne avessi avuto le capacità avrei fatto lo stesso anch'io!)
Due le interpretazioni sull’origine della parola "krapfen": la prima la farebbe nascere dal termine antico tedesco "krafo" (frittella), mentre la seconda la farebbe derivare del nome di una certa signora Krapft, pasticcera viennese che verso la fine del '600 sembra abbia inventato questi dolci.

Ingredienti per 16 krapfen:

150 g di farina manitoba
350 g di farina bianca 00
80 g di burro + 50g
25 g di lievito di birra
80 g di zucchero
2 uova
80 g di acqua
latte 200 g circa
una stecca di vaniglia

per farcire:

crema pasticcera, cioccolata o marmellata

Procedimento:

Sbriciolare il lievito di birra e stemperarlo nell'acqua insieme con un cucchiaino di zucchero e la farina manitoba setacciata, impastare e formare una palla; mettere in una ciotola, coprire bene con della pellicola trasparente e lasciare lievitare per un'ora (dovrà raddoppiare di volume)

Io ho utilizzato il robot, ma il procedimento che segue può essere fatto anche a mano.

Mettere nel robot la palla lievitata e aggiungere la farina 00 setacciata, i semi di vaniglia le uova, lo zucchero e 80 g burro. Impastare e poi aggiungere il latte, versatene un po' per volta finchè la pasta non avrà raggiunto la giusta consistenza.

Accomodare l'impasto in una ciotola, coprire con la pellicola e lasciar lievitare un paio d'ore in luogo tiepido.

Stendere la pasta in una sfoglia dello spessore di 7-8 mm e, servendosi di un tagliapasta o di un bicchiere, ricavare da essa un numero pari di dischi del diametro di 7 cm.
Pasasre un pennello inumidito con dell'acqua il bordo di metà dei dischi e disponete al centro di ognuno un cucchiaio scarso di farcia (io ho messo la crema pasticcera).
Sovrapporre i restanti dischi esercitando una pressione sui bordi per sigillarli; disporli su una teglia ricoperta da carta forno ben distanziati (potrebbero servirne due) perché aumnetano molto di volume.
Spenenllare la superficie con 50 g di burro fuso, coprire e lasciar lievitare ancora 30/45' .

Cuocere in forno preriscaldato a 170/180° per 20'.

Servite spolverizzando con zucchero a velo vanigliato.

Per la ricetta dei krapfen al forno ho preso spunto da qui.



35 commenti:

  1. sembrano belli soffici , buoni!

    RispondiElimina
  2. sono meravigliosi...li ho fatti tanto tempo fa, ma non avevano un aspetto così meraviglioso....questi sono da fare con la pasta madre!!!un bACIONE

    RispondiElimina
  3. Che aspetto goloso! Pensa che io ho un'ottima ricetta per farli ma non li faccio per non friggere e... non ingrassare! Grazie mille per l'idea, sono certa che i tuoi li faccio prima dei miei! ;-)

    RispondiElimina
  4. Un aspetto invitante così come l'idea della pasta madre che però mi frena sempre un pò... sono troppo pigra per coccolarmela a dovere!

    RispondiElimina
  5. che meraviglia i tuoi bomboloni!!! gnam gnam ti prego dammene uno!!! baci!!

    RispondiElimina
  6. Che buoni devono essere!!! è vero che neanche al forno si possono definire light ma almeno non sono fritti e un po’ di calorie si risparmiano!!! Mi copio la ricetta! Un bacione.

    RispondiElimina
  7. Beh non si può avere tutto dalla vita la gola ed anche la linea!
    ;)
    Mi sembra un eccellente compromesso.

    RispondiElimina
  8. Al forno mi incuriosiscono proprio... Chissà com'è la consistenza? Ed il sapore cambia un po'?
    Dalla foto sembrano eccezionali...
    Buona serata!

    RispondiElimina
  9. Caspiterina i tuoi non mi sembrano per nulla pesanti ma leggeri e sofficissimi....mi piacerebbe provare a farli, ma io coi lievitati non ci piglio tantissimo...penso che il problema sia il forno un pò vecchiotto...
    Sabato vado a comprare quello nuovo...waow...ho scelto un bosch multifunzione 3d...speriamo...
    baci!

    RispondiElimina
  10. Sembrano buonissimi e soffici! ancora meglio se cotti in forno..ideali anch eper noi quindi!!
    un bacione

    RispondiElimina
  11. Sono magnifici i tuoi krapfen, non li abbiamo mai fatti al forno, ma assaggiati sì. Abbiamo preso nota della tua ricetta, l'ultima volta che li abbiamo fatti ne abbiamo sfornata una quantità industriale!
    Un abbraccio da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  12. Laura hanno un aspetto molto invitante....sei sempre piu brava Tittina

    RispondiElimina
  13. meravigliosi!!
    al forno,quindi piu'leggeri,senza trinunciare alla golosita'dei krapfen!!!

    RispondiElimina
  14. I krapfen li mangiavo spessissimo da bambina, il più delle volte quando ero al mare, e per merenda mia nonna me prendeva uno alla crema o alla marmellata... strepitosi! Non li ho mai fatti in casa proprio perchè non amo particolarmente i dolci fritti, ma se mi prospetti la possibilità di farli al forno... è tutta un'altra cosa ;)

    RispondiElimina
  15. Ah che buoni!!!! e col fatto che sono al forno mi tentano molto!!!! un bacioe...

    RispondiElimina
  16. Buongiorno ragazze!
    Grazi mille a tutte! A chi mi chiede se sono soffici rispondo di si, anzi sono sofficissimi! e come ho detto anche nel post, restano morbidi anche i giorni seguenti!

    @Carolina: il sapore è lo stesso e poi tutto dipende dalla farcia. Io questa volta ho messo la crema pasticcera, ma la prossima volta voglio provarli con la marmellata!

    RispondiElimina
  17. Adoriamo i krapfen!!! cucinati in forno non li abbiamo mai provati...e sono proprio da copiare, così si evita il fritto! :-) baci baci

    RispondiElimina
  18. Sembrano squisiti, e prima o poi dovrò superare la mia innata diffidenza verso i dolci che da fritti si possono realizzare anche al forno.
    I tuoi sono venuti davvero invitantissimi!

    RispondiElimina
  19. ah..i lievitati sono la mia croce....e anche la pasta madre: la mia prima volta è stata disastrosa, ma mai perdere le speranze!!! I tuoi bomboloni al forno sono speciali! Un bacio. lety

    RispondiElimina
  20. non sai quanta voglia mi facciano!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  21. grazie grazie io adoro i bomboloni ma odio friggere...questa ricetta è l'ideale!!!!
    Bacio
    fra

    RispondiElimina
  22. Buonissimi! E il fatto che siano cotti al forno li rende ancor più desiderabili: devono essere davvero leggeri, e molto digeribili...bravissima! :-D

    RispondiElimina
  23. Mamma mia che splendida sofficità.. complimenti!!

    RispondiElimina
  24. sembrano soffici e deliziosi!!!!!la foto poi arricchita dalle primule è stupenda!!!!!un bacio claudia

    RispondiElimina
  25. davvero sono cotti al forno??? sono morbidissimi..... vabbhè non sono dimagranti ma il fegato ringrazia hehehehee

    RispondiElimina
  26. Bellissimi...
    per la colazione mattutina,sono l'ideale.
    Bravissima come sempre!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  27. ciao bella donna! :-)) no, niente lusinghe per sottrarti infidamente un bombolone al forno....però..quasi quasi....se ti faccio un po' di complimenti magari ti intenerisci e me ne allunghi uno?! Sai...per il post-cena... ;-)
    Buona serata!

    RispondiElimina
  28. Ciao Essenza...mi piacciono un modo questi bomboloni é certo che al forno li preferisco almeno se ne possono mangiare ..anche due vero?...:)

    RispondiElimina
  29. Devo provarli, perche' di friggere a casa mia non se ne parla!! Grazie

    RispondiElimina
  30. aspetto anche la versione con pasta madre!
    bellissimi davvero... chissà che bontà!

    RispondiElimina
  31. sto provando ora una ricetta presa dal mensile di cucina "Alice" ma, procedendo con la preparazione, ho trovato un paio di "nei"... (ne parlerò nel post che dedicherò ai "miei" bomboloni quando e SE verranno bene :DDDD )
    Però mi è venuto il dubbio se si potessere cuocere in forno anzichè friggerli e così ho trovato questo tuo vecchio post! ^^

    Ormai vado avanti con la ricetta che sto seguendo ma la prossima proverò la tua perchè mi sa che è 1000 volte meglio! Peccato perchè questo giornale è davvero bello ma passando alla pratica lascia un pò con l'amaro in bocca...

    Buon w-e cara e a presto!g

    RispondiElimina
  32. facendo a mano, si deve spezzettare il lievitino nel latte e poi aggiungere gli altri ingredienti? Grazie intanto..Elisabetta

    RispondiElimina

Scrivete tutto quello che il palato vi suggerisce...