domenica 23 agosto 2009

Lemon curd


La lemon curd altro non è che la classica crema inglese al limone.
Super golosa, ma dal sapore leggermente acidulo, è l'ideale sopra una crostata cotta in bianco, per farcire delle tartellette, dei vol-au-vent o più semplicemente su una fette di pane tostato a colazione.
E se diventerete dei fan accaniti della lemon curd, è possibile farne delle scorte, per avere la vostra provvista sempre pronta in dispensa! Tornerà utile per assecondare voglie improvvise di leccornie oppure per preparare un dessert all'ultimo minuto.
Questa versione, sintesi di diverse ricette sbirciate qui e là sulla rete, è un po' più densa dell'originale grazie alla presenza della maizena. In questo modo sarà più semplice utilizzarla anche come farcia per un rotolo al limone, perché non cola.

Ingredienti:
(dose per un vasetto da 250 ml)

1 limone+ 1 lime non trattati
(il succo deve essere 1 dl)
4 uova
120 g burro
160 g zucchero a velo
1 cucchiaio colmo di maizena

Preparazione:

Grattugiare la buccia dei limoni e dei lime. Spremere il loro succo con uno spremiagrumi. Diluire la maizena nel succo. In una ciotola, adatta ad un bagnomaria, amalgamare le uova, il burro morbido e il succo e la buccia grattugiata dei due agrumi.
Poi portare su un bagnomaria caldo, ma non bollente e cuocere per 12-13' mescolando costantemente con la frusta fin quando la crema non si sarà addensata.

Modalità di conservazione: versare la lemon curd nei vasi puliti e ben asciutti. Chiudere subito ermeticamente. Sterilizzare per 20-25'.
Si conserva per 3 mesi in luogo asciutto e buio, ma una volta aperto il vasetto va custodito in frigo e consumato a breve.

mercoledì 12 agosto 2009

Quiche con zucchine, speck e brie al profumo di menta




1,2,3,4,5,.... mamma mia siamo rimasti davvero in pochi, in questi giorni, a "bazzicare" ancora tra i food blog!
Fra i superstititi c'è sicuramente chi come me cerca idee per il pranzo di ferragosto. Io, da parte mia, vi propongo una quiche con zucchine, speck e brie, connubio gustoso, ma con una nota di freschezza data dalla menta.
La base è la pate à quiche di Felder che vi consiglio vivamente di provare, se non l'avete già fatto, perché è, in una parola, perfetta.
Già una volta l'avevo arricchita profumandola con lo zafferano, in questo caso invece ho aggiunto qualche fogliolina di menta. Tra le erbe è sempre consigliabile scegliere quelle che resistono alla cottura come la maggiorana, l'origano e il rosmarino, invece tra le spezie preferite quelle che si polverizzano con maggiore facilità come il peperoncino o la noce moscata.



PASTA BRISEE (profumata alla menta):

200 g di farina
80 g di burro
1 uovo
20 g d'acqua fredda
5 g di sale
qualche fogliolina di menta


Procedimento a mano: mettere il burro a pezzetti ammorbidito su un tagliere, quindi aggiungere il sale, l'uovo, la menta tritata e l'acqua lavorate con il palmo della mano (non con la punta delle dita) per qualche istante per amalgamare perfettamente il tutto.Versare la farina setacciata e impastare quel tanto che basta per rendere l'impasto omogeneo.
Se la pasta che avete ottenuto tende ad attaccarsi alle mani o alle tagliere spolverizzatela con la farina, e lavoratela con il palmo delicatamente.

Procedimento con il mixer: inserire nel mixer tutti gli ingredienti (il burro va benissimo freddo, in questo caso) e impastare fino a quando non si ottiene una palla. Prendere l'impasto, lavorarlo appena fino a renderlo omogeneo.

Avvolgere l'impasto nella pellicola trasparente e farlo riposare almeno un'ora in frigo.

Quiche zucchine, speck e menta
ingredienti:

800 g di zucchine
80 g di speck tagliato a fettine
300 g di panna
100 g di latte
100 g di brie
5 uova
menta

Preparazione:
Lavare e spuntare le zucchine e tagliarle a rondelle sottili. Saltarle in padella con 2/3 cucchiai di olio evo e uno spicchio d'aglio da togliere a fine cottura. Tagliare a listarelle sottili lo speck e saltarlo in padella fino a renderlo croccanteIn una terrina sbattere leggermente le uova, incorporare la panna, il latte, il brie tagliato a cubetti, le zucchine e lo speck. Salare e profumare con le foglioline di menta.

Prelevare la pasta dal frigorifero e lavorarla ancora per qualche istante, quindi stenderla in modo da ottenere un disco di sfoglia non troppo sottile, foderraci una teglia rotonda di 22-24 cm di diametro,imburrata e infarinata.
Versare uniformemente sulla base di pasta il composto di uova, zucchine e speck.
Passare in forno preriscaldato a 200° per 30' circa.
Lasciate intiepidire e poi trasferire sul piatto da portata.

lunedì 3 agosto 2009

Focaccia al farro (lievitata con lo yogurt)






















Approfitto di un attimo in cui la febbre è scesa ... per parlarvi di questa ricetta.

Ieri mattina mi sono svegliata di buon'ora e finalmente ho riacceso il forno! Avevo voglia di una bella sfornata di muffin e di provare la ricetta di una focaccia sulla quale avevo messo gli occhi qualche giorno fa, quando mi è arrivato a casa il numero di agosto di La Cucina Italiana.
Io ho un autentica passione per le focacce qui e qui ne trovate delle testimonianze! Questa che vi propongo oggi ha la particolarità di essere preparata senza lievito di birra. La lievitazione è demandata a una specie di lievito madre: un composto di farina, acqua e yogurt lasciato a fermentare 18 ore prima.
Il risultato è una focaccia dal sapore delicato, aromatizzata al rosmarino, croccante all'esterno e leggermente umida all'interno.

Come gustarla? Da sola o in accompagnamento ad una caprese, a prosciutto e fichi, a una grigliata di pesce o con una semplice fettina di salame...

Io purtroppo ho avuto giusto il tempo di assaggiarne un pezzettino mentre scattavo le foto, perché poi una simpatica tonsillite è venuta ad albergare nella mia gola...

Ingredienti per una focaccia
(stampo rotondo, diametro: 30 cm)

300 g di farina 0
300 g di farina di farro
125 g di yogurt naturale
10 g di malto (o miele)
5 g di bicarbonato di sodio
4 rametti di rosmarino
aglio
olio evo

Preparazione:

In uan ciotola amalgamare la farina 0 con lo yogurt e 290 g di acqua; coprire con un canovaccio umido e lasciare fermentare per 18 ore circa a 23°.
Trasferire l'impasto fermentato nella ciotola dell'impastatrice (potetet realizzare la focaccia anche senza) e mescolarvi la farina di farro.
Incorporare poi il malto, 8 g di sale fino, e il bicarbonato di sodio sciolto in 100 g di acqua.
Lavorare l'impasto con la frusta a gancio per 3'(6' con un cucchiaio di legno in aseenza dell'impastatrice)
Intanto intiepidire in una padella 60 g di olio aromatizzato con il rosmarino e due spicchi d'aglio interi, quindi filtrare l'olio e incorporarlo all'impasto che dovrà risultare piuttosto liquido.
Lavorarlo ancora un paio di minuti.
Ungere infine lo stampo rotondo, dai bordi bassi con 2 cucchiai di olio e versarvi l'impasto.
Infornarlo nel forno già scaldato a 200°. riducendo subito la temperatura a 180°; far cuocere la focaccia per 30' circa, quindi sformarla e lasciarla raffreddare.

nota: il malto potete trovarlo nei negozi specializzati in prodotti biologici