giovedì 11 febbraio 2010

Tarallucci dolci al farro e vino

Tarallucci dolci al farro


Era da tempo che avevo questa ricetta tra le mani, anzi l'avevo sulle note del cellulare, copiata di fretta a casa di un'amica. Appartiene ad una maestra di cucina teramana (appena riesco a risalire al nome, lo scrivo) che ha raccolto in un libro tutte le ricette che le sono state tramandate dalla sua famiglia.
I tarallucci io li adoro, sia nella versione dolce che salata e, questi, fatti con la farina di farro hanno un gusto ancora più rustico e saporito! E' importante preparali con un buon vino bianco, io ho usato un Trebbiano d'Abruzzo, e un extra vergine delicato.

Le ricette, per quanto riguarda la preparazione dei tarallucci, sono svariate, basta spostarsi di pochi km per trovare scuole di pensiero diverse.
Io intanto vi propongo questi che, a mio parere, sono ottimi!
Buoni soli, inzuppati nel latte oppure in un bicchierino di vin santo... giusto per finire "a tarallucci e vino" ;-)

La domanda di una lettrice mi ha dato lo spunto per approfondire le caratteristiche del farro:

il farro si suddivide in 3 varietà (Spelta, Monococcum, e Dicoccum). I primi due sono molto simili al frumento tenero, il terzo molto simile al frumento duro.
La farina di farro setacciata è ottenuta dalla lavorazione del farro su macine in pietra e successivo abburattamento, processo che migliora notevolmente le attitudini panificatorie, a scapito però di una sensibile riduzione del valore nutrizionale. La versione integrale invece, non è sottoposta a nessun tipo d’abburattamento, e pertanto mantiene inalterato il nobile valore nutrizionale.
Modalità d’uso:
Si consiglia il Monococcum Spelta per la preparazione di prodotti da forno dolci e salati, il Dicoccum per pasta secca e fresca. La versione setacciata è da preferire per prodotti in cui si necessario ottenere una abbondante lievitazione (pagnotte, brioche, torte).
(fonte: Coquinaria)

Generalmente sulle confezioni è riportato il tipo di farro utilizzato per la farina, per queste ciambelline ho usato la farina di farro varietà Spelta.

TARALLUCCI DOLCI AL FARRO
Ingredienti:

300 g di farina 00
250 g di farina di farro
1 uovo
150 g di zucchero
125 g di vino bianco (io Trebbiano D'Abruzzo)
125 g di olio evo delicato (o olio " Cuore")
1/2 bustina di lievito per dolci
la buccia grattugiata di 1 limone non trattato

zucchero di canna

Preparazione:
1. Lavorare a mano (o con il mixer) le farine setacciate, e mescolate con il lievito, con tutti gli altri ingredienti fino ad ottenere un impasto consistente e omogeneo.
Lasciar riposare in frigo una mezz'ora.
2. Ricavare dall'impasto tanti piccoli cilindri delle dimensioni di un dito di larghezza e 15 cm di lunghezza, poi unirli alle estremità ottenendo così la classica forma del taralluccio;( io li ho sigillati con un piccolo stampo a forma di fiorellino).
Passare poi i nello zucchero di canna e sistemarli su una teglia per biscotti ricoperta da carta forno.
3. Infornare a 150°/160° per 20 minuti, circa. Conservati in una scatola di latta, sono buoni per diversi giorni.

venerdì 5 febbraio 2010

Crema al latte (al microonde)



Crema al latte (al microonde)

Quando riesco ad usare il microonde, per qualcosa che non sia scaldare o scongelare, per me è sempre una grandissima soddisfazione. Perché lo so che il mio superdotato microonde, prezioso regalo di una carissima amica, meriterebbe molto di più... e in fondo mi sento un po' in colpa di non saperlo usare e soprattutto di non utilizzare le sue numerose funzioni.
Non è che per fare questa crema mi sia impegnata più di tanto... anzi! Qualche minuto alla massima potenza e il gioco è fatto: ho ottenuto una crema al latte densa, vellutata e senza grumi.
Perfetta per chi ha intolleranza alle uova e ottima per riempire torte paradiso o pan di spagna con una farcia più delicata rispetto alla crema pasticcera. Inoltre c'è chi, una volta pronta, ci unisce la panna montata. Io ho preferito il mascarpone e il risultato è molto gradevole.
Delizioso l'abbinamento con i frutti di bosco!!

CREMA AL LATTE
Ingredienti:

600 g di latte intero, fresco
180 g di zucchero
70 g di amido di mais
1 bacca di vaniglia (o la buccia di un limone non trattato)
100 g di mascarpone (o 100 g di panna fresca, montata)

Preparazione:In un pentolino scaldare il latte con lo zucchero e la bacca di vaniglia. Portarlo quasi a ebollizione e poi lasciarlo riposare per mezz'ora. In un contenitore, adatto al microonde, mettere l'amido di mais e versarci un po' alla volta il latte. Inizialmente aggiungerne solo una parte, all'incirca un bicchiere, e mescolare con un cucchiaio fino a sciogliere del tutto l'amido; a questo punto aggiungere un po' alla volta il resto del latte. Amalgamare bene il tutto e infornare nel microonde, cuocendo alla massima potenza per 3' circa. E' bene aprire e controllare ogni tanto e mescolare per controllare la consistenza della crema.
Una volta pronta lasciarla raffreddare e infine amalgamarvi la panna montata o il mascarpone.

Un meme tutto da leggere....

Da Salsa ho visto un meme davvero carino e interessante e mi è venuta subito voglia di farlo!
Innanzitutto non è un meme che si passa, ma semplicemente se vi piace fatelo e postatelo come ho fatto io!
Dovete solo rispondere alle domande con il titolo di un libro...impiegherete un po' di tempo, ma se siete amanti della lettura e avete in casa una bella libreria fornita, sarà divertente spulciare tra i vari titoli la risposta che non vi viene subito in mente!

Buon divertimento!


SEI UN UOMO O UNA DONNA?
La donna giusta - Marai Sandor

DESCRIVITI:
ragione e sentimento-Jane Austen
COME TI SENTI?
Controcorrente- Joris Carl Huysmans
DESCRIVI DOVE VIVI AL MOMENTO:
La Montagna Incantata- Thomas Mann
SE POTESSI ANDARE OVUNQUE, DOVE ANDRESTI?
Oceanomare- Alessandro Baricco
COSA AVRESTI VOLUTO FARE DA GRANDE:
Il miglioratore del mondo- Hermann Hesse

LA COSA CHE TI FA SOFFRIRE MAGGIORMENTE:
Gli indifferenti-Alberto Moravia

UNA COSA CHE NON FARAI MAI:
Con le peggiori intenzioni- Alessandro Piperno

TU E IL/LA TUO/A MIGLIOR AMICO/A SIETE..?
Le allegri comari di Windsor-William Shakespeare

COSA TI MANCA:
La città del Sole- Tommaso Campanella

LA STAGIONE IN CUI TI SENTI PIU’ VIVO:
Il giardino D'Estate-Paullina Simons

MOMENTO PREFERITO DELLA GIORNATA:
La grande sera- Giuseppe Pontiggia

SE LA TUA VITA FOSSE UNO SHOW TELEVISIVO, COME SI CHIAMEREBBE?messaggio per un'aquila che si crede un pollo-anthony de mello

CHE COS’È LA VITA PER TE?
Sogno di una notte di mezza estate-William Shakespeare

UN ANNO CHE NON SI PUO’ DIMENTICARE:
06/aprile/2009 tre e trentadue Emozioni nel cratere-Associazione Agorà

LA TUA RELAZIONE:
Le affinità elettive-Goethe
HAI PAURA DI..?
I miei luoghi oscuri-James Ellroy
IN ALCUNI MOMENTI TI SENTI...
Il viaggiatore incantato-Leskov Nicolaj
UN LUOGO IN CUI NON SEI MAI STATO:
La mia Africa- Karen Blixen

MEZZO DI TRASPORTO PREFERITO:
Cavalli selvaggi-Cormac Mac Carthy

QUAL È IL MIGLIOR CONSIGLIO CHE TU POSSA DARE?
Tutto è bene quel che finisce bene- William Shakespeare
UNA COSA DI CUI SEI CONSAPEVOLE:
Il passato è una terra straniera-Gianrico Carofiglio

OGNI TANTO PENSI CHE…
Povera gente- Dostoevskij
DI COSA HAI BISOGNO IN QUESTO MOMENTO:
Chocolat- Joanne Harris

OGNI TANTO TI DOMANDI…
L'origine della specie- Darwin
PENSIERO DELLA GIORNATA:
I love Shopping- Sophie Kinsella

SE POTESSI RIAVERE INDIETRO QUALCOSA DALLA VITA COSA VORRESTI?
City- Alessandro Baricco
IL TUO MOTTO:
Questa terra è la mia terra- Gutrie Woody


mercoledì 3 febbraio 2010

Pasta e broccoli con crumble di pane croccante e frutta secca

Pasta e broccoli con crumble di frutta secca e pane croccante


Dunque... capita che vedi ricette che ti catturano al primo sguardo, che ti restano come un chiodo fisso nella testa fin quando non decidi di provarle! E' quello che mi è successo vedendo questo meraviglioso piatto di pasta: l'ho assaporato nella mia mente per giorni, ne ho immaginato il profumo, il contrasto dei sapori al palato, ho pregustato la croccantezza del crumble unita alla morbidezza delle cime di broccolo. Poi ho cominciato a pensare a delle variazioni che avrei fatto assecondando il mio gusto...e infine l'ho cucinata. Ben due volte... perché è davvero troppo buona!

Molto probabilmente avete già in casa tutto quello che vi serve. E' il primo piatto ideale perché veloce, ma anche estremamente gustoso!

PASTA E BROCCOLI CON CRUMBLE DI PANE CROCCANTE e FRUTTA SECCA
Ingredienti per 4 persone:

320 g di mafaldine
400 g di cime di broccolo
3 fette di pane casereccio

30 g di pinoli

30 g di mandorle

30 g di pistacchi (o di altra frutta secca es: noci)

4 acciughe

1 cucchiaino di zucchero

caciocavallo

aglio

sale

peperoncino


Preparazione:
Lessare in abbondante acqua bollente salata le cime di broccolo. Scolarle al dente (basteranno 10') conservando l'acqua di cottura che servirà a cuocere la pasta. Passare nel mixer la mollica di pane e sminuzzare con un coltello la frutta secca. In una padella scaldare l'olio con l'aglio e tostarvi a fuoco medio il pane e la frutta secca con lo zucchero. Salare e mettere da parte. Cuocere la pasta nell'acqua di cottura dei broccoli; intanto in una padella (potete usare quella usata per tostare il crumble) mettesciarre un filo d'olio, il peperoncino un aglio e le acciughe lasciar soffriggere qualche secondo e poi aggiungere le cime di broccolo, farle saltare e po unirvi la pasta, il crumble di pane e frutta secca e un paio di mestoli dell'acqua di cottura. Aggiungere una grattugiata di cacio cavallo e servire.