martedì 24 settembre 2013

Cake di Kamut® con more e semi di papavero, per "Io non mangio solo"

cake di kamut con more e semi di papavero copy

Quando lo scorso anno ho deciso di partecipare al contest di Virginia "Io non mangio solo" non credevo assolutamente di stare per entrare in un'avventura fantastica.
Prima il calendario, poi il libro mi hanno regalato bellissime emozioni.
Bellissimo è stato poter dare il mio contributo, seppur infinitesimale, ad una campagna seria e nobile come quella di "Io non mangio solo", un insieme di progetti volti ad assicurare un’alimentazione adeguata al neonato e alla sua mamma, a promuovere la distribuzione di almeno un pasto al giorno nelle scuole per centinaia di comunità di America Latina e Africa, a sostenere programmi di sicurezza alimentare, di accesso all’acqua potabile e di gestione delle risorse naturali.

Quindi quest'anno sono altresì felice ed entusiasta di prendere parte nuovamente all'iniziativa di ProgettoMondo Mlal.
Un anno fa Virginia ci ha chiesto di postare una ricetta con il pane, alimento primordiale, oggi come lei stessa dice, dobbiamo andare ancora più alle radici della terra scegliendo un cereale...e tra i magnifici dodici chicchi il mio prescelto è il chicco del faraone: il prezioso kamut®!
 L'antichissimo grano egizio coltivato all'ombra della piramidi è il protagonista della mia ricetta. Non ho avuto alcun dubbio, anche se amo tutti i cereali.
Il suo sapore dolce che ricorda la nocciola ed il burro è perfetto per essere l'ingrediente principe nel mio cake alle more.
Un cake che ha i profumi del bosco, con il gusto fresco e acidulo delle more, quello rustico e caldo del kamut® e con il sapore intenso e sorprendente dei semi di papavero il cui carattere croccante contrasta con la texture soffice dell'impasto.
Ieri abbiamo salutato l'estate e questo dolce con i suoi sapori, colori e aromi, caldi e avvolgenti, è un benvenuto all'autunno.

lunedì 16 settembre 2013

Biscotti che ti rubano il cuore: i frollini con carota e cocco (senza uova)

frollini di carota e cocco

Biscotti come questi...che, come scrivevo poco fa, ti rubano il cuore, capitano per caso.
E' una piovosa domenica settembrina, il tempo, un accenno di autunno, insinua la voglia di tè e biscotti...e poi bisogna preparare qualcosa di buono per la colazione dell'indomani...la scuola è cominciata ed è fondamentale mettere in tavola qualcosa che rallegri a tutti il lunedì mattina!
Hai in casa una cassettina di carote appena raccolte...da qui parte il ricordo di una ricetta di frollini alla carota, la rielabori... ci aggiungi il cocco (energia), la farina di farro (sapore) e ottieni dei magnifici frollini profumati, gustosi e fragranti!

martedì 3 settembre 2013

Pasta al forno con ricotta e pomodorini

pasta al forno con ricotta e pomodorini

Quando, in una ricetta, devo scrivere le quantità di pasta, a persona, ho sempre un momento di "crisi"... La maggior parte dei ricettari calcola 80 grammi scarsi di pasta, a porzione... molto dipende dal condimento, certo...ma, a casa mia, solo 80 grammi di pasta, li mangia a mala pena mio figlio più piccolo di due anni e mezzo. Anche per una pasta al forno come questa, che è piuttosto ricca, io ho considerato un 100 grammi a testa...anche perché se un po' rimane, la sera, riscaldata, con la crosticina croccante, è ancora più buona...
Mettendo da parte i dubbi da food blogger...vi dico qualcosa in più di questa buonissima pasta al forno che ricorda ancora i profumi e i sapori freschi dell'estate... infatti è preparata con i pomodorini arrostiti e profumati al basilico e con la ricotta arricchita col prezzemolo e la buccia di limone. Una pasta velocissima da preparare: mentre cuocete la pasta, mettete ad arrostire i pomodori, poi 5 minuti tutto sotto il grill... ed è pronta!

PASTA AL FORNO CON POMODORINI E RICOTTA
ingredienti per 4 persone
350 g di pasta corta (io le mafaldine corte)
250 g di ricotta
300 g di pomodorini
50 g di provola grattugiata
la buccia di 1 limone bio
basilico
prezzemolo
olio evo
sale
pepe

Preparazione
Lavare il prezzemolo, il basilico e i pomodorini.
 Mettere ques'ultimi in una teglia foderata con carta forno. Salarli leggermente, condirli con due cucchiai di olio e passarli in forno a 200à per 15'.

Intanto raccogliere in una ciotola la ricotta, il prezzemolo, tritato, la buccia del limone, una macinata di pepe, la provola grattugiata e lavorare il tutto con una forchetta. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolandola molto al dente. Vesarla poi nella ciotola con la ricotta, condirla con 2 cucchiai di olio e mescolare. Trasferire la pasta in una pirofila, distribuire sopra o i pomodorini con il loro sughetto e infornare per 5' sotto il grill. Cospargere di basilico fresco e servire.
(da una ricetta della Cucina del Corriere della sera)


pasta la forno con ricotta e pomodorini