martedì 26 agosto 2014

Torta integrale con farro, pesche e olio extravergine d'oliva profumato con fiori di lavanda

torta pesche&lavanda
La cosa che amo di più dell'estate sono le mattine fresche e terse...
Forse è l'unico momento della giornata in cui accendere il forno non appare come una follia!
Mi piace apparecchiare la colazione fuori anche se l'aria è ancora frizzante...ma sono sufficienti
un golfino, un caffèllatte e una torta appena sfornata
per non avvertire più l'umidità della notte che è ancora nell'aria.
Stamattina la colazione all'aperto è stata allietata da una torta calda alle pesche profumata con i fiori di lavanda: un vero assaggio di provenza...
Avete in mente L'Haute-Provence, Verdon o la valle della Drome Diois in estate,
quando i campi sterminati di piantagioni di lavanda puntellati da miriade di fiorellini viola-blu, si presentano agli occhi del viaggiatore in tutta la loro suggestiva bellezza?!
Ecco, l'incanto di quel romantico e magico paesaggio potete ritrovarlo nel profumo e nel sapore di questa torta dal gusto vagamente rustico. Per la presenza del farro e della farina integrale, dello zucchero di canna e dell'olio extarvergine di oliva.
Per estrarre al meglio l'essenza della lavanda ho pensato di scaldare sul fuoco l'olio con i fiorellini di lavanda e poi di filtrarli (come fa Claudia con il rosmarino qui).
Provate il metodo, funziona!
Io ho usato per lo più fiori secchi e qualche fiorellino fresco per la decorazione:in questo periodo la lavanda è arrivata al termine della fioritura, quindi è più difficile trovare fiori freschi.
Sia freschi che secchi, vanno comunque benissimo, fondamentale è che siate sicuri siano fiori edibili, quindi non trattati con pesticidi.
Noi abbiamo diverse piante di lavanda in giardino, e oltre a mangiare i fiori realizziamo anche le fiaschette di lavanda, da mettere negli armadi: tutti sanno che la lavanda è un ottimo profumo per la biancheria e un efficace antitarme naturale.
In questo vecchio post vi spiego passo passo come realizzare le fiaschette.
Ora però vi lascio alla ricetta della torta!

torta pesche e lavanda

TORTA INTEGRALE CON FARRO, PESCHE E OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA PROFUMATO CON FIORI DI LAVANDA
Ingredienti per 8 persone

100 g di farina integrale
100 g di farina 0
100 g di farina di farro
200 g di zucchero di canna
5 uova
un bicchiere di olio extravergine di oliva
un cucchiaio di fiori di lavanda
1 bustina di lievito per dolci
3 pesche 
1 pizzico di sale

Preparazione

Scalda in un pentolino l'olio con i fiori di lavanda, non deve friggere. Lava bene le pesche, asciugale e tagliale a fettine.
Intanto con la frusta elettrica monta le uova con un pizzico di sale e lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Quindi incorpora, a filo, l'olio filtrato con un colino, continuando a lavorare il composto con le fruste.
Infine unisci la farina setacciata con il lievito.
Versa il composto in una tortiera ricoperta da carta forno e guarnisci la superficie con le fettine di pesca, così come fai con la torta di mele.
Cuoci in forno preriscaldato a 170° per 50/60'(fai la prova stuzzicadente). Una volta che la torta sarà cotta cospargila con zucchero a velo e con i fiori di lavanda.


lavanda

giovedì 14 agosto 2014

Una marinata per bbq, una salsa ai peperoni e altre idee per raccontarvi il Ferragosto qui in Abruzzo...

scampagnata su San Franco

La giornata di Ferragosto qui in Abruzzo comincia con il più volenteroso della famiglia o degli amici che si sveglia molto, ma molto presto per andare ad accaparrarsi il posto migliore dove fare la scampagnata.
In montagna, sotto una quercia o vicino alle acque di un torrente o di un lago è uguale, essenziale è assicurarsi la sistemazione che fa "invidia" a tutti dove organizzare il pi-nic di ferragosto e dove fare quella che tutti voi conoscete come grigliata, ma che noi chiamiamo "arrostata".
I preparativi cominciano già i giorni precedenti, dividendosi i compiti. Perché sulla tavola del ferragosto abruzzese non può mancare nulla dall'antipasto al dolce, quindi ognuno deve portare
necessariamente qualcosa.
E' la giornata per eccellenza dove si celebra l'estate e la sua essenza più vera: l'allegria e il gusto di stare insieme all'aria aperta!

Con due care amiche,  Claudia e Marianna, foodblogger,  concittadine e "colleghe" di un progetto neonato Taste Abruzzo-di cui vi parlerò più in là- abbiamo pensato di prepararvi un pic-nic virtuale, dove ognuna di noi ha cucinato qualcosa da proporvi per il 15 d'Agosto.

Poiché, come ticchettavo più avanti, la scampagnata per noi è sinonimo di "arrostata" ho preparato la marinata per la grigliata che va bene per qualsiasi tipo di carne: aceto, vino, limone , erbe aromatiche e spezie un mix semplice ma che ammorbidisce la carne e nel frattempo le conferisce gusto e aroma.
marinata bbq
La preparazione è semplicissima per 1 kg di carne miscelate in un'ampia ciotola 100 g di olio extravergine, 100 di aceto di mele un limone spremuto e uno a fettine, un ciuffo di prezzemolo, qualche foglia di salvia, tre/quattro rametti di rosmarino, pepe rosa in grandi, un peperoncino tagliato e uno spicchio d'aglio. Distribuitene più della metà sulla carne e la sciatevene un po' per spennellare la carne prima di servirla, magari usando un rametto di rosmarino. La marinatura della carne deve durare almeno due ore, in frigo.
Lasciarla 20' a temperatura ambiente prima di cuocerla.

Per il mio pic-nic virtuale ho pensato di preparare anche una salsa ai peperoni ottima sia da spalmare sulla carne (sulle salsicce o sul pollo arrosto è divina!) che su una bruschetta.
La ricetta mi è stata data da una ragazza conosciuta in vacanza quest'anno. Ci siamo ritrovate spesso a parlare di cucina e devo ringraziarla per avermi fatto conoscere questa chicca culinaria!
La ricetta anche in questo caso è estremamente semplice e veloce.
salsa peperoni

lunedì 11 agosto 2014

Sesamini snack

sesamini snack
Questa ricetta è frutto di una promessa fatta più di due mesi fa ad una persona a cui di solito faccio le richieste più assurde e lei mi accontenta sempre e, soprattutto, è capace di superare sempre le mie aspettative! 
 Chi è?! La mia tipografa di fiducia... 
Il caso o il fato hanno voluto che il suo negozio fosse a 50 m da casa mia! 
Un delizioso negozietto di 20 metri quadri che somiglia alla borsa di Mary Poppins: puoi trovarci dentro qualsiasi cosa, qualsiasi!!! 
Tiziana (non è un nome di fantasia) è solita tenere alle spalle della sua scrivania, qualche snack da sgranocchiare nei momenti massimi di stress 
(evidentemente non sono la sola a farle richieste assurde). 
Un giorno vedo un busta piena di barrette al sesamo confezionate. 
Io, più che altro per pungolarla, le dico: "ma perché non te le fai da sola? sai con che schifezze fanno 'sta roba confezionata?!" Giustamente lei mi risponde: "Tu trovami la ricetta ed io le faccio".
 Bene cara Tiziana...
 A distanza di due mesi eccomi qua...prima o poi, le mantengo sempre le promesse. ;)
Leggi la ricetta e poi non venirmi a dire che non è facilissima, magari non tanto economica, ma non c'è prezzo nel poter preparare le tue famose barrette al sesamo con il miele delle nostre montagne ;)
Ps: considerata la tua passione per il croccante prova a fare anche la granola (è qui)!
sesamini snack


SESAMINI SNACK

200 g di semi di sesamo bianco
100 g di miele (io di acacia)
100 g di zucchero di canna
la buccia di 1 limone bio

Preparazione

In una padella antiaderente dal fondo spesso metti a tostare i semi di sesamo per qualche minuto. Mettili da parte i semi tostati e nella stessa padella fai sciogliere lo zucchero e il miele, quando raggiungo il bollore unisci i semi di sesamo e mescola sul fuoco medio per 3/4 minuti. Aggiungi la scorza di limone grattugiata e spegni.
Ora metti il composto tra due fogli di carta forno oleati e stendilo con una mattarello ad uno spessore di 3 mm. Quando è ancora caldo taglia con un coltello le barrette delle dimensioni che preferisci. Conservale avvolte nella carta forno in un contenitore a chiusura ermetica.