giovedì 5 marzo 2015

Panna cotta alla Piña Colada... Taste&More n.13

Panna cotta alla piña colada

Sedetevi comodi, perché è giunto il momento di sfogliare virtualmente il nuovo numero di Taste&More!

Tante idee, interessanti ed originali, vi aspettano: cucina fusion, cucina indiana, formaggi freschi, ricette da gustare nel bicchiere, pranzetti da preparare per i primi pic-nic di primavera e tante belle suggestioni per la festa del papà e per la Pasqua!

panna cotta all piña colada
Ed ecco un piccolo assaggio: la mia ricetta, realizzata per la rubrica fusion, che trovate all'interno Taste&More Magazine Marzo - Aprile 2015

Panna cotta alla Piña Colada
Ingredienti per 4 persone
400 ml di latte di cocco in lattina  
200 ml di panna fresca  
80 g di zucchero  
3 g di agar agar
Per la purea di ananas e rum

1 ananas fresco

1 cucchiaio di zucchero di canna

1 cocco fresco

½ bicchierino di rum

Preparazione

In un pentolino sciogliete a freddo l’agar agar nel latte di cocco.Unite lo zucchero, mescolate e ponete sul fuoco a fiamma medio-bassa. Fate sobbollire per un paio di minuti, sempre mescolando. Togliete dal fuoco, mescolate, filtrate e lasciate raffreddare. Montate la panna e unitela, delicatamente, al composto. Distribuite in quattro bicchieri  trasparenti e lasciate raffreddare in frigorifero per circa 6 ore.

Pulite l’ananas e frullate 500 g di polpa con 1 cucchiaio di zucchero e mezzo bicchierino di rum, fino ad ottenere una purea densa ed omogenea.

Distribuite la purea di ananas nei bicchieri con la panna cotta fino a raggiungere il bordo. Lasciate in frigo per almeno un’ora Pulite ed aprite il cocco: con un cavatappi, forate due dei tre occhi posizionati in un’estremità della noce di cocco. Rivoltate la noce di cocco e fate uscire tutto il liquido. Procedete poi con la rottura della noce di cocco: con il martello, esercitate dei colpetti rigirando la noce di cocco. I colpi devono essere piuttosto decisi: il cocco si romperà facilmente. Per rompere i pezzi ottenuti in parti più piccoli, date altri colpi con il martello. Con un coltello, staccate la polpa dal guscio esercitando una certa pressione, dunque lavate i pezzi ottenuti in acqua fredda.

Per la conservazione, potete immergere i pezzi di cocco nello stesso liquido estratto dalla noce. Al momento di servire completate con uno spicchio di ananas e il cocco fresco grattugiato.


panna cotta alla piña colada  

Sfoglia e leggi la riuvista direttamente da qui...

10 commenti:

  1. Wow deve essere strepitoso,tanti tanti complimenti sono delle bellissime foto

    RispondiElimina
  2. Che bei colori! Un dessert molto fresco, invitante, originalissimo! Non ho mai usato l'agar agar, è forse più genuino della classica colla di pesce? Quali vantaggi offre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'agar è prodotto da un'alga, quindi è al 100% di origine vegetale, contrariamente alla gelatina che è di origine proteica.
      Inoltre è totalmente insapore! Fino a poco tempo fa non si trovava facilmente, ma oggi lo vendono anche i supermercati.
      Tante notizie più dettagliate le trovi da Bressanini ( http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/04/12/agar-una-gelatina-che-viene-dal-giappone/ 9

      Prova e fammi sapere se noti differenze :)

      Elimina

Scrivete tutto quello che il palato vi suggerisce...