lunedì 25 gennaio 2016

Panzerotti con ricotta, pomodori secchi e rucola

panzerotti_valbona_lauragioia

"Nel mio Sud, le cose più preziose tramandate di generazione in generazione sono le ricette di famiglia." (R.S.J.)
Sono le ricette che dietro hanno una storia, un aneddoto, una tradizione.
Sono ricette che raccontano di riunioni di famiglia, di occasioni speciali, di mamme o suocere che svelano, nell'intimità di una cucina, a figlie o nuore l'ingrediente segreto che rende quell'impasto così morbido, quel dolce così profumato, quella zuppa così buona.

La storia di questi panzerotti, è una storia di famiglia. Una ricetta tramandata di suocera in nuora. E che ha viaggiato, negli anni, dal cuore di Napoli all'entroterra abruzzese.

Era da poco che frequentavo la casa di mio marito. Eravamo sposati da pochissimo, ed io ero una graziosa venticinquenne col pancione e con un appetito da camionista. :)
Dopo tanto parlare delle famose "montanare" della sua mamma(pizze fritte con sopra pomodoro e mozzarella) , finalmente una sera ho il piacere e l'onore di assaggiarle.
Uno, due, tre ben quattro montanare divorate (un vero e proprio camionista, si!!)! E mentre mangiavo, pensavo...la ricetta di questo paradiso dovrà essere mia!

E così è stato. Mia suocera mi ha passato la ricetta che a sua volta ebbe da sua suocera. Un regalo prezioso, da tramandare a mia volta.

lunedì 18 gennaio 2016

Ciambelline all'arancia con latte di cocco

ciambelline all'arancia

Ecco è arrivata anche la neve.
E' poca. Giusto una spolverata. Però è sufficiente a cambiare il volto al paesaggio, alle montagne. A rendere l'aria più pulita e fresca.
Il camino acceso, il bollitore sul fuoco perché non c'è niente di meglio di una tisana o di un té aromatizzato per riscaldare cuore e mani.

Sono una grande consumatrice di té e tisane.  Sempre, anche se fuori non c'è la neve. Caldo d'inverno, freddo d'estate.
 Ai tempi dell'università il mio più grande alleato è stato il tazzone di caffé ad ogni ora del giorno e della notte. Oggi non riuscirei mai a reggere tutta quella caffeina! Quelle quantità mi farebbero arrampicare sui muri.
Oggi la mia passione sono le tisane e il té speziato, agrumato, fruttato.
Mi piace avere la mia tazza calda su cui appoggiare le mani, mentre lavoro, mentre scrivo.
Mi piace sentire il profumo inebriante delle spezie provenire dal té fumante.
Sorseggiare il té mi aiuta a pensare, riflettere, a dar forma alle idee.

mercoledì 13 gennaio 2016

Canederli ai porri con salsa di zucca per Taste&More n.18

canederli ai porri_taste&more
“Spero che in questo nuovo anno voi facciate errori. Perché se state facendo errori, allora state facendo cose nuove, provando cose nuove, imparando, vivendo, spingendo voi stessi, cambiando voi stessi, cambiando il mondo. State facendo cose che non avete mai fatto prima e, ancora più importante, state facendo qualcosa. Questo è il mio augurio per voi e per tutti noi e il mio augurio per me stesso. Fate nuovi errori. Fate gloriosi, stupefacenti errori. Fate errori che nessuno ha fatto prima. Non congelatevi, non fermatevi, non preoccupatevi che non sia “abbastanza buono” o che non sia perfetto, qualunque cosa sia: arte o amore o lavoro o famiglia o vita. Qualunque cosa abbiate paura di farla, fatela. Fate i vostri errori, il prossimo anno e per sempre.”
Neil Gaiman

martedì 12 gennaio 2016

Baci di dama con mortadella e pistacchi per la giornata nazionale della Mortadella


baci di dama salati ai pistacchi con mousse di mortadella e tartufo


Oggi secondo il calendario italiano del cibo dell'AIFB, è la giornata nazionale della Mortadella di Bologna Igp.


Questa ricorrenza mi ha riportato alla mente le mie giornate bolognesi: la bellissima esperienza vissuta in occasione del MortadellaBò. Con immenso piacere ripercorro con tutti voi quei giorni per festeggiare insieme a Francesca Carloni, l'Ambasciatrice per la Giornata della Mortadella, e all'AIFB questo meraviglioso salume.

Ecco cos'è successo un anno fa, o poco più, in quel di Bologna...

Ho visto una città tingersi di rosa, ho sentito una piazza profumare di panini con la mortadella appena affettata, di tortellini e piadine farcite... no, non è un sogno è MortadellaBò!

sabato 9 gennaio 2016

Zuppa di ceci con gnocchetti di acqua e semola

Zuppa di ceci e gnocchetti
Primi giorni di gennaio 2016. Sono un po' di mattine che mi alzo con la speranza di aprire la finestra e ritrovarmi sorpresa ad ammirare il paesaggio totalmente imbiancato, ad annusare l'odore delle neve. Ed invece questo inverno, che inverno non è, mi ha riservato un'altra sorpresa: il rosmarino fiorito.

Forse per qualcuno è normale, ho letto che il rosmarino fiorisce tra novembre ed aprile. Ma non per me! Vivo a L'Aquila città a quasi 800 m d'altitudine, nota per i suoi inverni lunghi e rigidi, per le sue notti a -10. Qui tutto viene gelato. Tutto. Fino ad oggi, evidentemente.
Sedici gradi alle 11 del mattino dell'8 gennaio spiegano il rosmarino fiorito, il prato ancora verdeggiante e l'insalata dell'orto non bruciata dal gelo.
Caro 2016, dov'è l'inverno?